Il sostituto processuale del difensore-procuratore può costituirsi parte civile? La parola alle Sezioni Unite Zucchi

Le Sezioni Unite sono state chiamate a dirimere un dubbio interpretativo in ordine alla facoltà del sostituto processuale di costituirsi parte civile. Fornendo una soluzione al quesito tendenzialmente negativa, la Corte di Cassazione nel suo massimo consesso è giunta a consentire due deroghe al principio, qualora sia presente personalmente la …

La compensazione delle spese processuali: un ritorno al passato?

La compensazione delle spese processuali, disciplinata nel nostro ordinamento al secondo comma dell’art. 92 c.p.c., è stata negli ultimi anni oggetto di incessante dibattito e frequenti riforme legislative. Da ultimo anche la Corte Costituzionale, con la sentenza additiva n°77 del 2018, si è espressa  in merito, dichiarandone la parziale illegittimità …

Concorso di reati e concorso apparente di norme: gli orientamenti discordanti della Corte di Cassazione

1. Premessa Dalla configurabilità o meno del concorso apparente di norme discendono una serie di conseguenze sul piano sostanziale in tema di certezza del diritto e divieto di bis in idem. Il principio di ne bis in idem sostanziale, che trova una sua manifestazione processuale all’art. 649 c.p.p., va considerato …

Il processo accusatorio classico: mito, storia e filosofia

Esiste un modo di dire, ai giorni nostri, secondo il quale, noi, ovvero noi contemporanei, “non avremmo inventato nulla”, che sta per “nulla di nuovo”. Espressione un po’ iperbolica ma che rende bene il debito che la nostra società ha nei confronti delle sue radici, in particolare quelle classiche greco-latine. …

Considerazioni sul “Caso Foodora”: un’analisi della sentenza 778/2018

                Lo scorso 7 maggio sono state pubblicate le motivazioni della sentenza 778/2018 con la quale il Tribunale Ordinario di Torino – Quinta Sezione Lavoro ha respinto le domande avanzate da alcuni “riders” di Foodora contro la società per la quale hanno prestato …

La Corte EDU e il fine vita: tra Charlie Gard ed Alfie Evans

Charlie Gard, appena dieci mesi di età, è affetto da una gravissima e rara forma di mitocondriopatia, che non gli permette di nutrirsi e respirare in maniera autonoma; non esistono cure, ad eccezione di una terapia sperimentale (mai testata sugli esseri umani) che richiederebbe il trasferimento del bambino negli Stati …

LE SORTI DELL’ANIMALE DOMESTICO A SEGUITO DI SEPARAZIONE E DIVORZIO

Una delle principali questioni su cui si discute nell’ambito dei procedimenti di separazione e divorzio riguarda i provvedimenti da adottarsi in ordine all’animale domestico. Occorre innanzitutto premettere che, com’è noto, nel nostro ordinamento manca una norma di riferimento che disciplini l’affidamento di un animale domestico in caso di separazione/divorzio dei …