Un altro passo verso lo stare decisis: i motivi di ricorso per cassazione devono articolarsi in critiche specifiche alla giurisprudenza di legittimità.

L’ordinanza della Corte di cassazione 2 marzo 2018, n. 5001 compie un passo ulteriore nell’analisi del funzionamento pratico del c.d. “filtro in Cassazione” di cui all’art. 360-bis, n. 1, c.p.c., con specifico riferimento agli oneri argomentativi di cui i ricorrenti sono investiti, ai sensi dell’art. 366, n. 4, c.p.c. nella …