Il sostituto processuale del difensore-procuratore può costituirsi parte civile? La parola alle Sezioni Unite Zucchi

Le Sezioni Unite sono state chiamate a dirimere un dubbio interpretativo in ordine alla facoltà del sostituto processuale di costituirsi parte civile. Fornendo una soluzione al quesito tendenzialmente negativa, la Corte di Cassazione nel suo massimo consesso è giunta a consentire due deroghe al principio, qualora sia presente personalmente la …

La partecipazione politica e la democrazia diretta

Nel corso degli ultimi anni si registra in Europa un incisivo ricorso agli strumenti di democrazia diretta come correttivo ad una meno efficace e consapevole partecipazione attiva alla vita politico-istituzionale. Nel contesto attuale di forte sfiducia verso le istituzioni, la democrazia rappresentativa tradizionale vive una costante crisi, tanto che alcuni …

Il problema della democrazia

Il problema della democrazia, in particolare di quella diretta, e delle norme giuridiche poste a sua tutela e regolamentazione, è una questione che vive di continui corsi e ricorsi, che, a ondate, investono il dibattito politico italiano. Non solo perché trattasi di un sistema politico che l’occidente conosce dall’età monarchica …

Resoconto della presentazione del film “Spes contra Spem – Liberi dentro” presso il Consiglio regionale del Piemonte

Il documentario Spes contra Spem – Liberi dentro di Ambrogio Crespi costituisce un rinnovato invito a ripensare la dimensione carceraria oltre gli stereotipi. Riformare (o abrogare?) l’ergastolo ostativo – misura disumana – è un atto dovuto, di attuazione della lettera degli artt. 16 e 27 della Costituzione, ma d’altra parte …

Sì o No: Cattedre a confronto per un dibattito sul referendum costituzionale

L’Associazione Nomodos – Il Cantore delle Leggi è lieta di invitarvi al dibattito che si terrà presso l’aula 1 della Palazzina Einaudi sita in Torino, corso Regina Margherita n. 60.

Brevi riflessioni sul nuovo Senato previsto dalla riforma costituzionale Renzi-Boschi

1. Introduzione Il 4 dicembre prossimo[1] i cittadini italiani saranno chiamati a pronunciarsi sul quesito referendario della c.d. Riforma costituzionale Renzi-Boschi[2]. Tutti noi ci troveremo sotto il naso una scheda con la domanda «Approvate voi il testo della legge costituzionale concernente ‘disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione …

Cosa cambia: il procedimento legislativo post-riforma Boschi

Vorrei proporvi una riflessione su alcuni profili della proposta di revisione costituzionale della forma di governo, emergenti dal testo licenziato in ultima lettura dalla Camera dei deputati lo scorso aprile, che sarà oggetto del referendum del 4 dicembre. Specificamente, mi concentrerò sul rapporto tra Camera dei deputati e Senato della …