Il revirement della S.C. sull’interpretazione del requisito dei “mezzi adeguati” per il riconoscimento del diritto all’assegno divorzile

(Nota a Cassazione civile, sez. I, 10 maggio 2017,  n. 11504) FATTI DI CAUSA In una causa per la dichiarazione di scioglimento del matrimonio contratto nel 1993, il Tribunale di Milano ha respinto la domanda di assegno divorzile proposta dalla moglie. Il giudice di secondo grado ha ribadito quanto deciso …

Separarsi e divorziare senza giudice?

Il convegno, dall’omonimo titolo, ha avuto ad oggetto la procedura di separazione e divorzio rispetto alla quale si è ampiamente discusso anche attraverso interessanti excursus storici e comparazioni con l’ordinamento giuridico francese ed inglese. La domanda iniziale che ha ispirato i relatori: “Separarsi e divorziare senza giudice?” ha permesso un’attenta …

Novità in materia di divorzio: il “divorzio breve”

Il divorzio comporta lo scioglimento del matrimonio civile e la cessazione degli effetti civili di quello concordatario, è pronunciato dal giudice con una sentenza quando sussiste una delle ipotesi individuate dall’art. 3 della l. 898/1970, da tale momento cessano tutti gli effetti del matrimonio salvo alcuni aspetti attinenti all’assistenza economica.