image_pdfimage_print

VERSO LA DERIVA DEL SISTEMA D’ASILO EUROPEO? Pt. 2: la posizione del Parlamento Europeo e della Corte di Giustizia nei casi Slovacchia e Ungheria v. Consiglio

Il tema del sistema comune d’asilo europeo è già stato trattato, in questa sede, con riferimento alle proposte di riforma avanzate dalla Commissione Europea. Ci occuperemo ora di analizzare le modifiche suggerite dal Parlamento europeo ad uno dei testi centrali della riforma (Regolamento di Dublino), da cui si evince il …

L’integrazione dei migranti regolari in Europa alla luce della giurisprudenza della Corte di Giustizia dell’UE (Cause C-579/13 e C-153/14)

Nonostante le politiche europee in materia di immigrazione si siano recentemente concentrate sulle materie dell’asilo e dell’immigrazione irregolare, l’immigrazione legale rappresenta di gran lunga il fenomeno migratorio più incisivo, in termini numerici, sulle società europee. Gli stranieri legalmente in Europa sono 20 milioni (rappresentano il 4% della popolazione europea) e …

La legittimità dell’accordo EU-Turchia sull’immigrazione e le sue possibili ripercussioni sulla violazione dei diritti dei rifugiati siriani

Il dialogo tra l’Unione Europea e la Turchia ha origini risalenti nel tempo e riguarda in primo luogo l’interesse dello Stato Turco a prendere parte al processo di integrazione europea fino a diventarne stato membro. Questo blog si è già diffusamente occupato dei negoziati avviati tra le istituzioni europee e …

Odissee moderne: dall’illegalità alla legalità: una breve relazione sui temi affrontati nella conferenza del 5 maggio

La conferenza dello scorso giovedì 5 maggio, organizzata da Nomodos presso il Campus Luigi Einaudi, si è incentrata sul rapporto fra immigrazione e Unione Europea, dando una panoramica delle norme generali del diritto dell’immigrazione e delle procedure giuridiche per attuarle.

Il sistema degli “hot – spot” tra accoglienza dei richiedenti asilo e espulsione dei migranti irregolari

Il 17 settembre 2015, a Lampedusa, ha cominciato ad essere operativo – in via sperimentale  – il primo “hot spot” italiano, che ha la  funzione di identificare i migranti che tentano di entrare in Europa. A partire dal 2016 sono entrati in funzione anche quelli di Trapani e Pozzallo. Di …

Traffico di migranti: la “responsabilità di proteggere” delle Nazioni Unite e l’inadeguatezza dell’agenda europea

A seguito del vertice europeo straordinario del 23 aprile scorso e della volontà della Commissione Europea di lanciare “un’operazione civile e militare” per distruggere le imbarcazioni dei trafficanti in Libia, volontà che per diventare esecutiva necessitava dell’autorizzazione delle Nazioni Unite, l’elaborazione della bozza di risoluzione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU …

Le inefficienze di Dublino III

Il regolamento di Dublino stabilisce una serie di criteri, gerarchicamente ordinati, che permettono di individuare lo Stato Membro responsabile per l’analisi della richiesta d’asilo nell’Unione Europea. Il nuovo regolamento, modificato nel 2013, avrebbe dovuto incrementare l’efficienza del sistema assicurando uno standard più alto di protezione per i richiedenti asilo. L’applicazione …